Terremoto 11 Maggio 2011, previsione avverata

Alla fine il tanto temuto terremoto romano non c’è stato, ma a soli 1300 chilometri di distanza, in Spagna, la natura ha scatenato la sua forza uccidendo 8 persone e refendone molte altre. Tutte si sono affrettati a dire che la previsione di Raffaele Bendandi non c’entra, ma la coincidenza è fin troppo sospetta.

Due forti scosse, di magnitudo 4,4 alle 17:05 e di magnitudo 5.2 alle 18:47, hanno fatto tremare la Spagna nella giornata di ieri. Le scosse hanno causato molti danni alle case e alle infrastrutture, hanno ucciso anche otto persone, mentre due persone sono in condizioni gravi. I feriti si contano a decine.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), nella persona di Alberto Michelini, si è affrettato a negare ogni correlazione con le previsioni per Roma di Raffaele Bendandi:

Per le caratteristiche geologiche che l’hanno originato, non ha nessun legame con il territorio italiano né con la previsione del terremoto a Roma. Il terremoto in Spagna non è stato di per sè molto forte, ma è stato superficiale ed è avvenuto vicino alla linea di costa spagnola, a Ovest di Cartagena che è una zona che non ha registrato forti terremoti in passato, al massimo ci sono stati sismi di magnitudo 5′. La zona, si trova al margine di convergenza tra la zolla eurasiatica e la zolla africana, che spinge contro la prima.

L’obiettivo di dichiarazioni è fin troppo chiaro: si vuole depistare l’opinione pubblica e continuare a togliere credibilità alle previsioni del Bendandi.

Michelini dice che il terremoto non ha alcun legame con quello che doveva verificarsi a Roma perché avvenuto in una faglia geologica completamente separata. Vero, ma, come abbiamo spiegato ieri, le previsioni di Bendandi non si basano sulla semplice tettonica a zolle, ma le contestualizza nella situazione astronomica e quindi nell’attuale allineamento di diversi pianeti. La previsione di Bendandi infatti parla di terremoti a macchia di leopardo in diverse parti del mondo ed è comunque una previsione di ben 30 anni fa.

Il fatto che il terremoto non si sia verificato a Roma può essere derivato dal fatto che nel frattempo si sono verificati alcuni eventi, come il terremoto di Sumatra e quello del Giappone, talmente potenti da aver anche modificato l’orientamento dell’asse di rotazione terrestre e quindi gli effetti mareali dei pianeti possono aver agito in luoghi diversi da quelli inizialmente previsti, ma ciò non toglie che un potente terremoto c’è stato.

Ricordiamo che rimane quindi la previsione di Raffaele Bendandi per Aprile 2012 che, alla luce di quanto è successo ieri, è da tenere in massima considerazione.

7 commenti su “Terremoto 11 Maggio 2011, previsione avverata”

  1. Per affermare che la previsione si è avverata ci vuole proprio la faccia come il c**o…
    A parte Città, Nazione, intensità del sisma, la previsione si è proprio avverata… Ma 4 cortesy (per cortesia!).
    Nel mondo ci sono ogni giorno centinaia (se non migliaia) di terremoti di varia intensità. Con questo sistema chiunque può fare il profeta. Se io dico che domani 14/05/2011 ci sarà un terremoto da qualche parte sul globo terraqueo, sicuro al 100% che ci beccherò.

  2. Concordo con raveman76.
    Molti terremoti fortunatamente avvengono in zone non o scarsamente abitate e non vengono segnalati ma non per questo non avvengono.
    Nonostante non sono un esperto in materia, la tesi di Bendandi mi incuriosisce.

  3. È più chiaro su questo sito: http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/quakes_all.html

    Nella giornata di ieri ci sono stati 5 terremoti di grado superiore al 5.0 e tutti a una profondità superiore ai 30 chilometri il che li rende tutto sommato innocui a differenza di quello spagnolo che era praticamente in superficie.
    Lo sanno anche i bambini che tutti i giorni ci sono decine di terremoti, ma la gran parte non ha effetti apprezzabili perché o troppo deboli o troppo in profondità nella crosta terrestre.

  4. Non si è avverato nulla… Era solo una notizia messa in giro per registrare accessi a siti Internet e per fare soldi a spese della povera gente ! Bendandi non ha MAI fatto previsioni di un terremoto che dovesse distruggere Roma l’11 maggio 2011… ^_^!
    Il terremoto che si è verificato in Spagna ora sta venendo strumentalizzato ed è una cosa gravissima.
    Non è giusto ingannare così la povera gente e sfruttare la loro paura per fare i propri interessi.
    Questo, le persone che diffondono certe notizie dovrebbero capirlo. Il terremoto in Spagna non c’entra nulla perché la data scelta per Roma era del tutto arbitraria e falsa !
    Se ora qualcuno, sulla base di questa cosa, dovesse mettere in giro delle nuove (false) previsioni rischierebbe davvero di far piombare nel caos città intere e questo non deve assolutamente succedere.
    La faccenda potrebbe diventare molto seria e provocare conseguenze anche gravi.

  5. Fatemi capire col metodo Bendandi sarebbe stato in grado di prevedere un terremoto a Roma che si è verificato a “soli” 1300 di distanza, ma non i disastrodi terremoti di Sumatra e del Giappone?
    Come strumento di previsione il suo deve valare veramente poco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *