Terremoto di Roma dell’11 Maggio 2011 causato da HAARP?

Per domani 11 Maggio 2011 è previsto un grande terremoto a Roma. La previsione è nota da tempo ed è diventata di dominio pubblico nel momento in cui la popolazione è stata avvertita. Molte persone hanno deciso di rimanere a casa per precauzione. La previsione si basa sugli studi del sismologo Raffaele Bendandi che trovò una correlazione tra terremoti e astronomia.

Attualmente il nostro sistema solare si trova in una situazione alquanto particolare. L’allineamento di Mercurio, Venere, Marte e Giove e in parte il Sole sta esercitando una forte pressione sul nostro pianeta stirandolo letteralmente in una sola direzione. Secondo Raffaele Bendandi queste situazioni sono alla base di molti fenomeni naturali. Ecco un passo dal suo “Un principio fondamentale dell’Universo” scritto e pubblicato nel 1931:

La forza di attrazione è dunque l’agente principale di ogni manifestazione del mondo fisico; è dessa che regola il corso dei pianeti e dei satelliti lungo la loro orbita; che presiede allo sviluppo evolutivo delle diverse masse planetarie; che mantiene con una semplicità ammirevole quella intricatissima teoria di orbite viventi che ogni corpo celeste ineluttabilmente descrive; è dessa infine la regolatrice e l’alimentatrice di ogni manifestazione radiosa corrispondendo ad ogni sua leggera variazione un conseguente accentuarsi di radiazioni e un divampare della luce.

Dalla figura, osservando la riga rossa, risulta ben chiaro che la situazione è molto particolare. Secondo il sismologo si dovrebbero verificare una serie di terremoti a macchia di leopardo in tutto il mondo e tra le altre sarà colpita anche Roma.

Lo stesso scienziato, che prima della morte nel 1979 era membro della Società Sismologia Italiana, della Accademia Torricelliana di Scienze e Lettere e della Artis Templum, ha previsto anche una serie di terremoti ancora più grande per il 5-6 Aprile 2012.

Nell’ambiente scientifico ufficiale si sono sempre gestite con molta perplessità le previsioni di Raffaele Bandandi affermando che se è vero che in alcuni casi ci è stata una curiosa coincidenza, dall’altra non si ha nessuna base per verificare la sua teoria essendo che se l’è portata nella tomba. Pertanto è stato spesso bollato come un pazzo. Rimangono però le previsioni che si sono avverate.

In queste ore si sta però facendo strada un’altra teoria che vuole i terremoti presenti e futuri legati ad HAARP. Del sistema di antenne per l’alterazione della ionosfera abbiamo già parlato qualche tempo fa, e sappiamo che sono in molti a credere che sia in grado di scatenare le forze latenti nella crosta terreste. Un po’ come una grossa mano che batte un colpo sulla superficie della Terra scatenando i movimenti della crosta con effetti devastanti sulla popolazione e senza che nessuno possa provare o anche solo ipotizzare un intervento umano.

In effetti però, sfruttando la congiunzione astrale, l’efficacia del sistema potrebbe essere moltiplicato e quindi potrebbe essere un momento propizio per colpire i nemici degli Stati Uniti! Libia, Iran o Cina potrebbero essere degli obiettivi strategici, ma come abbiamo visto col Giappone anche gli alleati possono essere rimessi in riga con un terremoto.

Sinceramente speriamo che non succeda nulla e che le persone possano continuare la loro vita in tranquillità, ma ci sono tutti gli elementi per un altro disastro di dimensioni storiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.